Van Gogh. I colori della vita

Padova, Centro San Gaetano
10 Ottobre 2020 - 11 Aprile 2021

a cura di Marco Goldin

cartonato, cm 28 x 23
pp. 192, 96 ill. a colori e 8 in bianco e nero

€25 + spese di spedizione

Van Gogh. I colori della vita
Il catalogo della mostra

Il catalogo è introdotto da un saggio ampio di Marco Goldin sulla vita e sull’opera di Vincent van Gogh, sulle motivazioni profonde della sua pittura, e sulle riflessioni a essa tenacemente intrecciate, che scandiscono le oltre ottocento lettere scritte nell’arco della sua vita, a partire dal 1872, fino all’ultima al fratello Theo, il 23 luglio 1890.

È il legame indissolubile tra vita e arte a rendere la figura di Vincent van Gogh così affascinante e la sua pittura così toccante, così piena di vita; la “fede” nell’arte è un tratto che non abbandonerà mai il pittore; al contrario sarà per lui sempre nutrimento e stimolo anche nei periodi di inoperosità creativa causati dalla malattia malinconica.

Da qui nasce l’interpretazione di Goldin del pittore come eroe, «colui che ha un compito, una missione da compiere e a essa tutto sacrifica.» Van Gogh, dunque, come eroe moderno, come artista al quale un altro grande pittore contemporaneo, Francis Bacon, si è rivolto per dipingere alcuni quadri meravigliosi posti all’inizio di questo affascinante viaggio nel mondo di Van Gogh.

I testi introduttivi alle sezioni di cui si compone il catalogo, scritti sempre da Marco Goldin, consentono di percorrere i momenti e i luoghi fondanti della vita e dell’opera del pittore olandese: dagli anni iniziali in Belgio, e poi a Etten, all’Aia, a Nuenen in Olanda, quindi a Parigi, Arles, Saint- Rémy e infine Auvers in Francia: tutti luoghi estremamente formativi per il delinearsi della sua produzione, che in un solo decennio è passata dai disegni inizialmente un po’ goffi derivanti da libri e manuali ai quadri ricchi di colore e di padronanza tecnica, famosi in tutto il mondo.
A conclusione, e per sottolineare ulteriormente il rapporto pittura-pensiero nell’opera di Van Gogh, ci sono le parole di Vincent stesso, sette lettere scelte a simboleggiare le tappe del suo viaggio e tutti i periodi importanti per la sua ricerca.