LINEA D'OMBRA

Nata nel dicembre del 1996 da un’idea di Marco Goldin, che ne è il direttore, Linea d’ombra, che ha la sua sede in Palazzo dei Forestieri a Treviso, si occupa dell’organizzazione di mostre d’arte. Fornisce infatti la gestione completa di una evento espositivo dal momento della progettazione fino alla sua conclusione. Unendo quindi, unica in Italia, la cura scientifica e l’organizzazione. Pertanto, oltre alla cura diretta, effettua la redazione e la stampa dei cataloghi, con una propria sigla editoriale, il trasporto delle opere d’arte, in collaborazione con importanti operatori del settore, la loro assicurazione, l’aspetto promozionale e pubblicitario, la segreteria, l’ufficio stampa, in collaborazione con lo studio Esseci di Padova. Si avvale della collaborazione dei migliori studiosi italiani e stranieri, che tra l’altro nei primi anni hanno fatto parte dei vari comitati scientifici e i cui saggi compaiono negli ormai numerosissimi cataloghi pubblicati. Dal dicembre del 1996 Linea d’ombra ha curato la realizzazione e gli allestimenti di molte esposizioni d’arte, prima nelle sedi di Casa dei Carraresi a Treviso e nella Galleria Comunale di Palazzo Sarcinelli a Conegliano, quindi alla Promotrice delle Belle Arti di Torino e, dal 2004 al 2009, nel rinnovato Museo di Santa Giulia a Brescia, così come, sempre nella stessa città, nella Pinacoteca Tosio Martinengo e nel Castello. Nel 2009 Linea d’ombra ha siglato accordi pluriennali con la Regione Friuli Venezia Giulia per un ciclo di mostre nella Villa Manin a Passariano di Codroipo (Udine), con la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, la Fondazione San Marino e la Fondazione Palazzo Ducale di Genova. Mentre dell’estate del 2011 è la sigla di un importante accordo con la Fondazione Cariverona e le città di Vicenza e Verona, accordo che ha consentito di organizzare, dall’autunno 2012 alla primavera del 2014, grandi mostre nelle straordinarie sedi della Basilica Palladiana di Vicenza, a conclusione di un restauro durato cinque anni, e nel Palazzo della Gran Guardia di Verona. Del 2013 è la collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna che ha portato a Palazzo Fava come primo, straordinario frutto la mostra La ragazza con l'orecchino di perla (8 febbraio - 25 maggio 2014). Nel 2014 l’accordo tra Linea d’ombra e la Fondazione Teatro Comunale della città di Vicenza, in collaborazione con il Comune di Vicenza e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona, ha consentito di realizzare in Basilica Palladiana a Vicenza un nuovo grande progetto espositivo: Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera i notturni dagli Egizi al Novecento (24 dicembre 2014-2 giugno 2015).
Del settembre 2015 è l'accordo con il Comune di Treviso che prevede la realizzazione, nelle stesse date (29 ottobre 2016 – 17 aprile 2017), di tre mostre nel rinnovato Museo civico di Santa Caterina. In coincidenza dunque con il ventennale di Linea d'ombra, sarà possibile ammirare la Storia dell'impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin: in circa centoventi opere, suddivise in nove sezioni, un grande affresco del movimento che ha segnato una radicale rivoluzione nella storia dell'arte, e a cui Marco Goldin ha dedicato vent’anni di studio.
Tiziano Rubens Rembrandt è una preziosissima mostra-dossier, come recita il sottotitolo, che intende indagare L'immagine femminile tra Cinquecento e Seicento attraverso Tre capolavori dalla Scottish National Gallery di Edimburgo. Saranno infine cinquanta artisti, con altrettante opere, a tessere, Da Guttuso a Vedova a Schifano, il filo della pittura in Italia nel secondo Novecento.

Finora sono stati 10 milioni i visitatori alle mostre organizzate da Linea d’ombra, e oltre 10.000 le opere ricevute in prestito da più di mille tra musei, istituzioni e collezioni private di tutto il mondo.

Video realizzato nel 2013. Regia e montaggio di Alessandro Trettenereo / Realizzazione Movie People Südtirol gmBH / Coordinamento generale Davide Martinelli / Riprese audio e video Marco Munarini / Animazioni grafiche Nicola Rota / Musiche "Quello che sei" (Marco Goldin, Paolo Troncon) canta Tosca / Dall'album "L'abitudine della luce" (Linea d'ombra Libri e Libera sas, 2006) sono tratti i brani seguenti interpretati dall'Arkè String Project: "Un lungo tratto di strada" (Marco Goldin, Antonio Rossi) canta Antonella Ruggiero "Effetto sole" (Valentino Corvino) "Jade" (Sandro Di Paolo) "La luna ti guarda" (Carlo Cantini).
Si ringraziano per la collaborazione prestata Luca Ancetti / Antenna 3 / Azienda Speciale Villa Manin, Passariano / Domenico Basso / Vera Bessone / Ornella Borghello / Luca Borzani / Tiziano Bullato / Buona Visione snc - Videoshot / Gabriele Busato / Giampaolo Cavalieri / Vittoria Cavanna / Corriere di Romagna / Simona Cossu / Foto Eden, Brescia / Fondazione Genova Palazzo Ducale / Orio Frassetto / Riccardo Gallini / Diego Gasperoni / L’Arena / Marco Labozzetta / Giorgio Marchiori / Luca Moretuzzo / Valentina Nebiolo / Nelly Pellin / Carlo Perazzolo / Marco Prà / Filippo Pruccoli / Mario Puliero / Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia / RTBF / Telearena / Telesanterno / Teletutto / TVA Vicenza.